Archivi Blog

Classifica Canzoni Estate 2010: compilation.


La classifica delle Canzoni dell’Estate 2010. Leggi il resto di questa voce

Pukkelpop 2010: il diario dei tre giorni del festival.


Dopo i 40 anni di Glastonbury è il turno dei 25 del Pukkelpop e chiaramente non si poteva mancare!  Leggi il resto di questa voce

Southside 2010 – Photodiary – DAY#1

Southside Festival 2010: una line up da pelle d’oca, estate, caldo, birra tedesca, rock’n’roll…

Mai previsioni furono meno azzeccate. Quantomeno per le voci “estate”e “caldo”.

DAY#0 -Giovedì 17 giugno 2010

L’odissea ha inizio nel momento stesso in cui l’intercity abbandona la poco ridente Milano alla volta della ancora meno ridente Zurigo su un treno in cui ostinatamente si lascia il condizionamento acceso anche se ci sono 18°. Arriviamo a Zurigo convinti di poter passare le sei ore che ci separano dal treno per Tuttlingen accovacciati in un angolo della stazione come piccioni infreddoliti e testardi, ma con spaventosa sincronia, non appena il sonno sta per avere la meglio sul freddo, ecco tuonare una poco rassicurante sequenza di suoni tedeschi provenienti da un poliziotto che ci invita (così ci piace pensare) a lasciare immediatamente la stazione ed aspettare il treno del mattino fuori. Al freddo. Sotto la pioggia. Fra i clochards. Oh yeah.

Trascorrono così tre ore di una lunghezza estenuante e quando finalmente la stazione riapre ci rendiamo conto di non poterci nemmeno offrire un caffè bollente dal momento che a Zurigo si paga in franchi e gli euro non sono accettati: non è difficile immaginare quante volte ci siamo chiesti quale malsano istinto masochista ci abbiamo spinto a tanto. E questo ancora era nulla rispetto a quello che ci avrebbe aspettato di lì a poche ore…

DAY#1- Venerdì 18 giugno 2010

In stazione a Tuttlingen si inizia a respire l’aria barbara e barbona che dominerà questo festival: accampati fra cartoni e sacchi a pelo, una trentina di ragazzi aspettano l’arrivo della prima navetta per l’area festival. Dieci minuti di tragitto o poco più e arriviamo al Southside. Un’ora di attesa sotto il diluvio o poco più e siamo dentro.

Come descrivere il paesaggio che si delinea di fronte a me è davvero un affare losco e complicato. Immaginate un pantano, una palude, delle sabbie mobili senza sabbia ma col fango: ecco, ci siamo quasi. Aggiungete qua e là alcune pozze d’acqua larghe tre metri abbondanti, asfalto sommerso e migliaia di tende e gazebo anarchicamente disseminati sull’area dell’ex base militare di Neuhausen ob Eck. Benvenuti nell’area camping: prego, montate in fretta e furia il vostro spartano accampamento, indossate stivali da pioggia se li avete e se non li avete…beh, buona fortuna! Ricordatevi di memorizzare qualcosa che vi aiuti a ritrovare la vostra tenda stanotte ma rassegnatevi se avete il mio stesso senso dell’orientamento: vi perderete comunque. Concedetevi un mezzo sonno in tenda conciliati dalla pioggia e cogliete l’occasione per svuotare il borsone e scoprire che -sorpresa!- ogni singolo indumento che avete portato con voi è completamente fradicio! Complimenti, vi resta solo ciò che indossate. Bagnato anche quello, ovviamente.

Ma dopo il mezzo sonno ritornate a sorridere svegliandovi abbracciati da due striminziti raggi di sole: mai luce fu più gradita di questa in questo esatto momento. Pronti ad immergersi -letteralmente- nell’area festival, fra decine di stand gastronomici, alcolici, merchandotici, un impianto di bungee jumping(50€/salto) e uno di “seat jumping”. Destinazione Blue Stage in attesa di Martina Topley-Bird (new entry fra le mie scarne conoscenze musicali) e il suo ninja accompagnatore, Local Natives (ottima performance) e We Are Scientists (superlativi!) conditi da una crisi di coscienza dovendo scegliere fra Vampire Weekend e Florence and The Machine. Non so come siano stati i VW, ma non mi pento di aver scelto Florence: concerto ipnotico e ammaliatore, pochi artisti sanno mischiare forza e delicatezza con la grazia che ha lei.

Mi allontano il tempo di un bretzel gigante e di una economicissima birra (becks 0.3 a 2,80€ -con 1€ di cauzione che ti viene reso in cambio del bicchiere vuoto: certo, anche in Italia funziona così…) per spostarmi verso il Green Stage e ascoltare gli ultimi pezzi di Jack Johnson, l’intera performance dei Faithless e finalmente addentrarmi verso le prime file in attesa dei super headliner di stasera: The Strokes!

Ma il mio piano fallisce miseramente visto che la zona transennata più interna è piantonata dalla security e non lascia più entrare nessuno. *Perdindirindina!* (autocensura: sostituire con l’esclamazione che a voi sembra più congeniale). Posso ‘godermi’ il concerto solo da lontano e ringrazio almeno i maxischermi che mi permettono di osservare le espressioni di Julian in total black e occhiali da sole.  Purtroppo lontano dal palco l’adrenalina e l’energia si disperdono, si sa, e infatti non riesco ad apprezzare il  concerto al meglio e, cosa ben più grave, mi DIMENTICO completamente del concerto dei Massive Attack in programma al Blue Stage da mezzanotte e mezza alle due. Maledizione!

Sono troppo intenta ad osservare i pazzi a mollo nel Pool Party allestito alla base degli elicotteri e a vagare completamente smarrita alla ricerca della mia tenda, e infine -grazie ad un’anima pia- ritrovare la tenda nell’esatto momento in cui il cielo si apre pronto a un altro round di acquazzone e mi ingegno a cercare di estrarre quei maledetti stivali di gomma coperti di fango molliccio senza imbrattare anche l’interno della mia temporanea home sweet home.

(to be continued)

Esami di Maturità: le tracce dei temi della prima prova di Italiano.

Finalmente svelate le tracce per il temuto tema, prima prova scritta degli Esami di Maturità 2010. Leggi il resto di questa voce

Wind Music Awards: David Guetta, Kylie Minogue, Ligabue e Biagio Antonacci tra gli ospiti all’Arena di Verona, 28 e 29 maggio (vendita biglietti aperta).

Annunciati gli ospiti che parteciperanno ai Wind Music Awards 2010. Leggi il resto di questa voce

Carmen Consoli @ Concerto Primo Maggio Roma, il video dell’esibizione.

Carmen Consoli in versione “rock” per il Concerto del Primo Maggio in Piazza San Giovanni di fronte a 700.000 persone. Leggi il resto di questa voce

Paul Weller – Wake Up The Nation: Recensione album (Island).

Recensione album: Paul Weller – Wake Up The Nation (Island-2010).  Leggi il resto di questa voce

Sherwood festival, Padova: apre i concerti il live dei Tre Allegri Ragazzi Morti, 18 giugno.

Saranno i Tre Allegri Ragazzi Morti ad aprire l’edizione 2010 dello Sherwood festival. Leggi il resto di questa voce